martedì 30 dicembre 2008

video intervista a bobo rondelli



il pretesto dell'incontro è un concerto in via san paolino, a lucca.
un concerto destinato ad andare più o meno deserto. colpevolmente desrerto.

forse perché non tutti conoscono bobo rondelli.
forse perché organizzare a lucca 'effetto san paolino' e pretendere che ci sia la risposta di 'effetto venezia' (quella di livorno) è un azzardo che neppure la persona più incosciente sarebbe disposta a giocare.

eppure bobo è arrivato. più consapevole di me che quella sera sarebbero stati in pochi ad ascoltarlo.
dopo tanti concerti cui ho assistito in passato, per la prima volta gli ho parlato ufficialmente. e, se vogliamo, anche professionalmente.
parlato quel tanto che basta per capire.

cosa? questo è il video. cercate di scoprirlo da soli...

LEGGI L'ARTICOLO COMPLETO >>>

giovedì 25 dicembre 2008

buon natale, merry christmas, joyeux noël, feliz navidad, fröhliche weihnachten, sarbatori vesele, idah saidan wa sanah jadidah

eric héliot
auguri a tutti.
e, con l'occasione, ecco una selezione delle cartoline digitali ricevute in questi giorni.
opere che meritano, per ragioni diverse, di essere condivise.
spero possiate essere più felici...


riccardo pieruccini

riccardo pieruccini

riccardo pieruccini

planetazero

maurizio ercole

gnago

frederic lavabre


davide calì

bruno olivieri

LEGGI L'ARTICOLO COMPLETO >>>

mercoledì 24 dicembre 2008

fumetti, annivrsari e progetti (mancati)


steamboat willie - 1928

in questa vigilia di natale, su exibart, si torna a parlare di fumetti: dei compleanni scaduti o ancora da compiere, delle ricorrenze e della progettualità mancata...

ecco qua l'abstract dell'articolo. e, sempre a tema, il video di steamboat willie a inizio post.

in fumo_progetti
Fumetti, candeline e prospettive
"Quante candeline spente (e da spegnere) in questi ultimi giorni dell'anno. Ci sono i 75 anni di Topolino, i 60 di Tex, i 100 anni del fumetto italiano. E Gian Luigi Bonelli nasceva proprio il 22 dicembre di un secolo fa. Tanti anniversari, ma una scarsa progettualità..." [leggi l'articolo completo]

LEGGI L'ARTICOLO COMPLETO >>>

giovedì 18 dicembre 2008

bobo rondelli è "l'uomo che aveva picchiato la testa"


trailer de «l'uomo che aveva picchiato la testa»
documentario su bobo rondelli, di paolo virzì
info su motorinoamaranto.it

[articolo scritto per loschermo.it]

Cantava (e canta) brani di Tenco e Ciampi. Con gli «Ottavo Padiglione» ha «picchiato la testa», e anche per questo Paolo Virzì sta realizzando un documentario su di lui. E' imprevedibile, poetico, ironico. Ma anche scontroso e a tratti schivo. Lui è Bobo Rondelli. Ed è un artista. Atipico, per carità... Comunque unico. E stasera, giovedì 18 dicembre 2008, sarà ad «Effetto San Paolino» per un concerto gratuito al Bar Zero (Lucca).


Sigaro o sigaretta in mano. Imponenente e irriverente. Divertente, anche. Ma quasi scontroso. Eccolo qua Bobo Rondelli, il musicista tuttofare. Il cantautore toscanaccio che ha fatto dell'etichetta uno stile unico e, in quanto tale, mai imitato.

Lui che è cresciuto con Luigi Tenco e Piero Ciampi nel cuore, viene da Livorno. A volte, il caso. Eh sì, perché anche Ciampi, nato nel quartiere Pontino, ha le stesse origini . E se non fosse per quel po' di sana volgarità propria della nostra terra e quel carattere un po' così, oggi Bobo sarebbe il cantautore italiano d'eccellenza. Per l'intesità di voce e la poetica contemporanea di certi pezzi, mai uguali, Rondelli è ha tutti gli effetti un grande artista.

Oggi Bobo è da considerare un cantastorie, un affabulatore dell'attualità sociale, politica, antropologica. Canta i difetti dell'uomo, i suoi eccessi. Ma racconta anche i suoi segreti più veri e passionali, quelli difficili da svelare.

Stasera Rondelli è a Lucca e suonerà in concerto - a ingresso gratuito, come spesso gli capita di fare - in via San Paolino, presso il Bar Zero. Avrebbe dovuto tenere il concerto una settimana fa, ma il maltempo non l'ha permesso. E allora «Effetto San Paolino» - che fa il verso all'«Effetto Venezia» ben più caro al nostro Bobo - si terrà stasera, giovedì 18 dicembre, nel centro di Lucca (inizio alle ore 20).

Uno spettacolo da non perdere, dunque. Soprattutto perché non è possibile prevedere cosa ci aspetta. Bobo ride, piange, scherza e schernisce. Canta. Quand'è sul palco, sia alto tre metri o sia rappresentato da un solo sgabello da bar cui appoggiarsi quel tanto che basta per far suonare la chitarra, Rondelli è sempre lo stesso. Imprevedibile.

Appartiene a una sinistra «critica», che per questo colpevolmente lo ignora. Una politica di partito che forse, diciamolo, neanche gli interessa. Bobo si guarda attorno, curioso e folle. Del resto cosa possiamo aspettarci da colui che ha raggiunto il successo (termine azzardato e adatto - ahinoi - solo all'interno dei confini regionali) con gli «Ottavo padiglione» e il singolo «Ho picchiato la testa»? Erano gli anni novanta. E quel brano («ho picchiato la testa / lasciatemi stare / non lo vedete / non son più normale») non a caso era cantato da un gruppo che prendeva il nome di quel padiglione nel quale, all'ospedale di Livorno, si trovava il reparto di psichiatria.

Ebbene, quest'uomo che «aveva picchiato la testa» sarà il soggetto del documentario girato da Paolo Virzì. Un racconto di cui oggi sappiamo poco, giusto qualche anticipazione fruibile anche su YouTube, dov'è pubblicato il trailer che qua riproponiamo.

Quell'uomo, Bobo Rondelli, è un folle sano di mente. E' un cantante capace di straordinarie magie. Da «Figlio del nulla» (album che segna l'inzio della carriera solista nel 2001) a «Disperati, intellettuali, ubriaconi» (album pubblicato due anni dopo con gli straordinari arrangiamenti del pianista Stefano Bollani) ne è passato di tempo. Bobo lo si vede in concerto a volte da solo, a volte accompagnato da un amico musicista, altre volte con una band o, addirittura, dall'«Ottavo Padiglione» al completo.

Lui che ha scirtto anche un libro di poesie, col solito stile ironico e sgarbato («Compagni di sangue»), comunque toccante, divertente ed efficace, chissà stasera cosa ci regalerà. Probabilmente tanto. Ma forse anche niente. Potrà giudicare solo chi ci sarà. Una delle ultime occasioni per assistere a uno spettacolo nostrano di un grande artista che, dopo l'uscita del documentario di Virzì, potrebbe diventare - per sua fortuna - un patrimonio di tutti. A quel punto sarà sempre meno nostro e sempre più divo. Ma speriamo sinceramente che questo non accada...

[articolo scritto per loschermo.it]

LEGGI L'ARTICOLO COMPLETO >>>

mercoledì 17 dicembre 2008

fumetti e diritto d'autore

ivo milazzo a palazzo guinigi (lucca)

dopo l'intervista pubblicata su loschermo.it e il la video-intervista di youtube si torna a parlare di fumetti e diritti d'autore con ivo milazzo.

et voilà, ecco l'articolo uscito stamani su exibart...

in fumo_normativa
I diritti del fumetto
"La legislazione non riconosce gli autori di fumetti. E loro si fanno sentire, lanciando una raccolta firme. Vogliono ottenere la modifica dell'unico testo di legge di riferimento, che risale addirittura al 1941. Ma quanti ostacoli..." [leggi l'articolo completo]

LEGGI L'ARTICOLO COMPLETO >>>

mercoledì 10 dicembre 2008

'adotta un disegno per emergency' al museo marino marini

fra le tante associaizoni italiane ce n'è una che, più di altre, ha sempre avuto il mio sostegno.
un'associazione che ha saputo 'fare comunicazione', che ha avuto i testimonial giusti, che ha fatto scelte coraggiose.

ora, grazie a un'idea di vauro, si torna a parlare di emergency.
perché anche attraverso l'arte si possa 'fare cultura', sensibilizzare l'ignoranza, tirar su quei quattrini necessari a garantire i diritti di chi non pensava di averne più.

ecco di cosa si tratta...


Adotta un disegno per EMERGENCY
Mostra internazionale itinerante di piccoli e grandi artisti

FIRENZE, MUSEO MARINO MARINI
Piazza San Pancrazio
11 dicembre 2008 - 5 gennaio 2009

A cura di Sergio Casoli e Elena Geuna

Accardi – Angelini – Battiato – Bennato – Bollani – Buren – Capossela – Castellani –Consoli – Di Marco – Favaretto – Fontana – Frish Peri – Fryer – Fuksas – Geers – Goldin – Hatoum – Hyber – Jovanotti – Kelley – Kiefer – Mannoia – Magoni&Spinetti – Melotti – Morgan – Pagani – Pierre et Gilles – Radio Dervish – Silvestri – Tayou – Stingel – Testa – Têtes de Bois – Tyson – Vaultier – Vezzoli – Zucchero

Hanno adottato i disegni di
Ali – Alexandra – Asuda – Emanuele – Federico – Hasanatu – Kualid – Mizar – Munia Said – Saidu – Samir – Souk – Shiniar


[comunicato stampa] Si inaugura mercoledì 10 dicembre, alle ore 18, al Museo Marino Marini, la tappa fiorentina del progetto ADOTTA UN DISEGNO che nasce da un’idea di Vauro Senesi che, nel 2006 e 2007, ha raccolto le storie e i disegni di alcuni bambini ricoverati nei centri di Emergency in Afganistan, Cambogia, Iraq, Sierra Leone e Sudan.

Le testimonianze e i disegni sono stati di ispirazione per artisti visuali e musicisti contemporanei che li hanno reinterpretati in base alla loro sensibilità e al loro stile. Le creazioni che ne sono nate, le opere donate ispirandosi al progetto, le storie e i disegni dei bambini e i brani musicali loro dedicati sono diventate una mostra itinerante che, dopo l'inaugurazione di Roma, è stata già ospitata a Genova, Ferrara e Torino per arrivare nel 2009 a New York, dove la mostra si concluderà con un’asta da Phillips de Pury.

Durante la mostra sarà possibile ascoltare i brani musicali del cd CANZONI PER LORO e vedere alcuni estratti dal film-documentario che ne è nato, in cui la voce narrante di Vauro Senesi racconta le storie dei bambini protagonisti.

Le opere in mostra sono di Carla Accardi, Daniel Buren, Enrico Castellani, Lara Favaretto, Lucio Fontana, Shay Frisch Peri, Paul Fryer, Massimiliano Fuksas, Kendell Geers, Nan Goldin, Mona Hatoum, Fabrice Hyber, Mike Kelley, Anselm Kiefer, Fausto Melotti, Pierre et Gilles, Rudolf Stingel, Pascale Marthine Tayou, Keith Tyson, Ben Vautier, Francesco Vezzoli.

Le musiche sono di Jovanotti, Têtes de Bois, Morgan, Stefano Bollani, Roberto Angelini, Mauro Pagani, Carmen Consoli, Petra Magoni & Ferruccio Spinetti, Vinicio Capossela, Fiorella Mannoia, Daniele Silvestri, Radiodervish, Gianmaria Testa, Franco Battiato, Ginevra Di Marco, Eugenio Bennato, Zucchero.

Il catalogo delle opere in mostra e il film-documentario sono stati realizzati da Fandango. Il cd che raccoglie tutti brani musicali, originali o in versioni inedite, è prodotto da Radio Fandango.

ADOTTA UN DISEGNO è a cura di Sergio Casoli ed Elena Geuna per l’arte visiva e di Stefano Senardi per la parte musicale. ADOTTA UN DISEGNO è dedicato a Emergency. L’intero ricavato dell’asta delle opere e della vendita del cd "Canzoni per loro", i diritti d'autore e il 35% del prezzo di copertina del catalogo (prima edizione) saranno destinati alle attività di Emergency a favore delle vittime della guerra e della povertà.

ADOTTA UN DISEGNO a Firenze è stata realizzata con il patrocinio del Comune di Firenze e del Museo Marino Marini, con il prezioso contributo di Starhotels, Ente Cassa di Risparmio di Firenze – Osservatorio per le Arti Contemporanee, in collaborazione con EXTRE – Toscana Contemporanea, Galli Allestimenti, Vannetti Andrea & C. Impianti di illuminazione, Stampainstampa, Bandecchi & Vivaldi, Baldanza, Il Latini.
Si ringraziano Luigi Cupellini, Luisa Nocentini, Gabriella Sorelli, Neri Torrigiani e Sergio Tossi.

L’ingresso alla mostra è gratuito e per tutto il periodo dell’esposizione anche l’ingresso al Museo sarà gratuito. L’orario di apertura è dalle 10 alle 17, esclusi la domenica e il martedì.

Info

Museo Marino Marini
Firenze, Piazza San Pancrazio
info@museomarinomarini.it

EMERGENCY
www.adoptadrawing.com

LEGGI L'ARTICOLO COMPLETO >>>

fumetti da record

Hergé - Tintin en Amérique, 1932
Encre de Chine et gouaches de couleurs
32 x 32 cm - Euro 764.218
Venduto il 29 marzo 2008

ci sono collezionisti e collezionisti.
se da una parte c'è chi conserva come reliquie antichi francobolli o sorpresine dell'ovetto kinder, dall'altra c'è chi acquista quadri di artisti più o meno quotati o tavole originali di autori di fumetti. (certamente non meno belle e, a quanto pare, neanche meno care).

il buon fausto proietti, su exibart, ci fa un bel 'quadro' della situzione analizzando il mercato europeo di tavole originali. tra considerazioni che meritano ulteriori riflessioni e cifre da record.


ecco qua l'abstract.

in fumo_mercato
L'esplosione degli originali
"Nonostante la crisi economica, il mercato delle tavole originali si è espanso in controtendenza e ha fatto registrare clamorose aggiudicazioni, che raggiungono cifre record. Proviamo a fare il punto su ciò che accade in Europa e nelle case d'asta che si occupano di comics strip..." [leggi l'articolo completo]

e, per finire, segnalo quei due o tre link rimasti esclusi dal pezzo:
artcurial
millon-associe
littlenemo

LEGGI L'ARTICOLO COMPLETO >>>

sabato 6 dicembre 2008

gipi, the day after (barbarian invasions)

gipi a 'le invasioni barbariche'
ospite di daria bignardi

"confesso che non ti conoscevo..."

iniziano (quasi) tutti così i messaggi lasciati da utenti, molti dei quali 'anonimi', sul blog di gianni. commenti scritti durante -o dopo- la prima apparizione televisiva dell'ultimo gipi, quello di LMVDM.

beh, se l'è cavata piuttosto bene. visibilmente emozionato, ha raccontato qualcosa di sé. cose che chi lo conosce, da lontano o da vicino, sa già.

daria bignardi gli ha concesso la giusta visibilità piazzando l'intervista nell'ora migliore di quella che una volta era la 'prima serata'. cioè quando i telespattori hanno finito di cenare e 'rassettare'. quando i bambini, se non sono a letto, non hanno più la forza di avanzare richieste. insomma, quando c'è la tranquillità necessaria per mettersi davanti alla tivvù e guardare il programma scelto. ecco qua l'intervista...

mi auguro che questo sia solo il 'primo' ospite sottrato al pubblico elitario e fin troppo ristretto dei lettori di fumetti. spero che dopo gipi ne seguano altri. ugualmente interessanti, trasversali, contaminati e contaminabili.
sicuramente quest'apparizione porterà a un 'ritorno' alla lettura di 'graphic novel' (sì, io continui a definirle così). per capire che la televisione tira, infatti, basta leggere tutti quei commenti del post che annuncia l'ospitata televisiva e che iniziano con la solita frase: "confesso che non ti conoscevo..."

ma non è tutto.

perché gipi chiama gipi. e la tivvù chiama altri video. e così raccolgo la segnalazione di crossingtv.it, emittente alternativo bolognese che pubblica on-line i propri video su www.crossingtv.it. in primo piano, in questi giorni, un'altra intervista a gianni (durata: 4' 33'') che è introdotta da questo testo:

"Il 21 novembre 2008 Al TPO di Bologna, uno dei più importanti autori del fumetto internazionale, Gipi, ha presentato sotto forma di reading, con accompagnamento musicale del chitarrista Luca Giovacchini, il suo ultimo libro 'LMVDM -la mia vita disegnata male' (Ed. Coconino Press). CrossingTV lo ha intervistato e fra le tante cose ha scoperto che da ragazzo suonava in un gruppo punk…" [vai al video]

ne approfitto per pubblicare anche il disegno che gipi ha fatto quest'anno a lucca comics & games sulla mia copia de LMVDM e il video sulla performance musical-teatrale di lucca realizzato da loschermo.it e diffuso sul mio canale di youtube.





LEGGI L'ARTICOLO COMPLETO >>>

venerdì 5 dicembre 2008

gipi va alle invasioni barbariche, mentre l'amico giulio è nelle 'fotodercazz' del vernacoliere

l'illustrazione di gipi che presenta
così la sua apparizione televisiva

non si conoscono né si sono mai visti.
ma saranno costretti, loro malgrado, a condiviidere questo post. che, di fatto, è scritto con l'unico obiettivo della doppia segnalazione.

primo. gipi stasera sarà ospite di daria bignardi a 'le invasione barbariche' su la7 (inizio trasmissione alle 21.10, credo). ciò che conta, stavolta, è che ospite è un bravo autore di fumetti. un disegnatore e un narratore. due qualità rare che difficilmente trovano spazio nella stessa persona. e il fatto che si parli in tivvù di fumetti è qualcosa di raro e eccezionale...

secondo. l'amico giulio, stamani, mi ha fatto notare il suo bel faccione sul vernacoliere. rubrica: 'le fotodercazz'. e in effetti, questa, è una discreta fotodercazz. eccolo ritratto in una posta piuttosto 'deficiente'. valutate voi.

LEGGI L'ARTICOLO COMPLETO >>>

giovedì 4 dicembre 2008

nella giornata internazionale del volontariato si parla delle 'nuove povertà'


domani è la giornata internazionale del volontariato.
l'ha indetta l'assemblea generale delle nazioni unite, e la sua storia risale addirittura al 1985.

ebbene, in questa giornata saranno in molti a discutere di temi 'sensibili'. argomenti che ci coinvolgono direttamente, a prescindere dal nostro impegno attivo. anche a lucca sarà 'celebrato' questo appuntamento con un convegno nazionale dal titolo "una rete contro le povertà".

l'appuntamento è appunto per domani, venerdì 5 dicembre 2008 (ore 14.30), presso la 'camera di commercio' di lucca, in corte campana.
la diretta è su volontariatoggi.info.

e per sapere di cosa si tratta, ecco il comunicato stampa...

GIORNATA INTERNAZIONALE DEL VOLONTARIATO A LUCCA IL CONVEGNO DEL CNV SULLE NUOVE POVERTÀ

Lucca - Con il convegno «Una rete contro le povertà» il Centro Nazionale del Volontariato, in collaborazione con il Cesvot, celebrerà a Lucca la Giornata Internazionale del Volontariato del 5 dicembre: un appuntamento nazionale che chiamerà a discutere esperti e protagonisti del mondo del volontariato con la lente delle nuove povertà e del contesto sociale in continuo mutamento in cui esso opera. L'appuntamento è venerdì 5 dicembre alle 14.30 presso la Camera di Commercio di Lucca in Corte Campana.
«La povertà oggi – afferma il Cnv – può essere definita sia dal punto di vista economico sia in termini di relazioni interpersonali e sociali, di scarsità di beni e valori comuni, di corruzioni e criminalità organizzate, che sono gli effetti, ma talora anche le cause della povertà economica e delle ingiustizie. È un fenomeno che non può essere circoscritto ad alcune aree geografiche o gruppi sociali: è sempre più un problema ampio e multiforme, con caratteristiche globalmente interconnesse, che a volte ne rendono difficile anche la quantificazione».
«Quali priorità
– si interroga il Cnv - deve darsi un volontariato che voglia 'ripartire dai poveri', dalle ingiustizie sociali e dalla illegalità, essere volontariato di 'frontiera'?».

Nel corso del convegno i relatori e i testimoni invitati si chiederanno qual è il ruolo che può avere oggi il volontariato e come possa intervenire con l'ambizione di non agire solo sugli effetti, ma anche sulle cause delle povertà, ripartendo dalla forza che possono esprimere le reti.

I lavori inizieranno alle 14.30 con i saluti della presidente del Cnv Maria Eletta Martini, dell'assessore regionale alle politiche sociali Gianni Salvadori, dell'assessore al volontariato della Provincia di Lucca Valentina Cesaretti e del presidente della delegazione del Cesvot di Lucca Sergio Mura. Poi la prima delle sessioni, che saranno coordinate da Rossana Caselli e Giulio Sensi del Cnv, dal titolo «Comprendere le nuove povertà».
Introdurrà i lavori Rita Cutini della Comunità Sant'Egidio e verranno messe a confronto alcune pratiche concrete del volontariato: sui musei e l'arte come elementi di coesione sociale parlerà Mauro Del Corso degli Amici Musei Italiani; di Misericordie e la lotta all'usura interverrà Giuliano Belcari della Confederazione delle Misericordie d'Italia; Isabella Massafrà di Emmaus Italia darà la testimonianza sul riciclo dei materiali e lo smaltimento dei rifiutati. Romano Manetti dell'Anpas racconterà l'esperienza del teatro per esser tutti protagonisti; infine di cultura e del libro «La vita addosso» parlerà Leonardo Butelli del Ceis.

Alle 16.45 al via la seconda sessione intitolata «Fare rete, quali proposte». Interverranno Luigi Bulleri e Mauro Giannelli della Consulta Nazionale Volontariato, Piergiorgio Licheri della Convol, Renzo Razzano vicepresidente del Cev (Centro Europeo Volontariato), Francesco Marsico della Caritas Italiana e Vincenzo Russo docente dell'Università Iulm.
Poi il via al dibattito con gli interventi programmati di Claudio Calvaruso della Fondazione Labos e Valerio Bonetti del Cnv. Alle 18.30 le conclusioni affidate al vicepresidente del Cnv Patrizio Petrucci.
Il giorno dopo dalle 9 avrà luogo l'assemblea annuale dei soci del Cnv presso la sede di via Catalani.

LEGGI L'ARTICOLO COMPLETO >>>

mercoledì 3 dicembre 2008

'nexus' di mike baron e steve rude


eccola qua la riediezione di 'nexus' a cura della bottero edizioni.

dei tre volumi realizzati da mike baron e steve rude ('the dude') ne ha parlato l'amico teo benedetti su exibart.

l'articolo? eccolo qua, con tanto di abstract.

in fumo_recensioni
Nexus
"Un solo uomo, guidato da una sete inesauribile di giustizia e da poteri sovrannaturali, veste i panni del giudice e del boia attraverso infiniti universi. La Bottero Edizioni ripropone il mondo di Nexus, l’epica saga sci-fi di Mike Baron e Steve Rude..." [leggi l'articolo completo...]

LEGGI L'ARTICOLO COMPLETO >>>

martedì 2 dicembre 2008

iva su sky



sono ormai trascorsi tredici anni dall'agevolazione che ha livellato l'iva di (e su) sky.

di fatto, l'aumentao di questa tassa (dopo tredici anni, lo ripeto) probabilmente si riverserà sugli abbonati. e che ti combina la televisione satellitare? realizza in fretta uno spot che invita gli utenti a scrivere alla presidenza del consiglio manifestando il proprio dissenso. (anzi, la propria 'opinione' in merito).

un'azione piuttosto aggressiva che nonostante i consensi popolari ottenuti, beh, ha probabilmente qualche pecca...

quale? innanzitutto sky ha aumentato quest'anno il costo dell'abbonamento pur proponendo ai nuovi utenti offerte allettanti. e lasciando quindi 'al palo' i vecchi abbonati.

nonostante non abbia l'abbonamento, so bene cosa offre sky. mio padre è ormai un cliente 'storico'. e negli anni passati ho potuto verificare come i canali trasmessi su satellite siano oggettivamente migliori di quelli fruibili 'liberamente' (si fa per dire) da parte di chi paga il canone (e non).

tutti usufruiscono quindi dei canali in chiaro: rai (a pagamento) o mediaset (gratuiti) o tutte le altre reti private.

oltre quattro milioni di famiglie, quindi, subiranno un aumento del canone. ora, nonostante la crisi economica in corso, sappiamo che la tivvù a pagamento non si può considerare del tutto un 'bene di lusso'. certamente non è un bene primario.

detto questo, in considerazione della qualità dei prodotti offerti da sky, la prima riflessione è sul fatto che la televisione può non essere 'deficiente' né destinata ugualmente a un pubblico altrettanto 'deficiente'. sky va oltre questa valutazione. questo significa che produrre una televisione capace di approfondire, e fare intrattenimento al tempo stesso, è possibile.

ciò non esclude che sky si debba far carico di un aumento dell'iva che murdoc & c. hanno abilmente scansato fino a oggi.

quindi il mio pensiero è: che skype paghi l'iva maggiorata; e che il governo, dopo questa mossa, si preoccupi ANCHE di recuperare l'evasione fiscale.

e infine, al di là di ogni considerazione, evviva youtube...

LEGGI L'ARTICOLO COMPLETO >>>

lunedì 1 dicembre 2008

ho scoperto flickr

ci sono momenti in cui le cose proprio non vanno.
o almeno non vanno come vorresti.

ecco, siamo in uno di quei momenti.
opachi, sospesi, grattugiati.

detto questo, ho scoperto flickr. non che prima d'ora fossi all'oscuro della sua esistenza. solo che dopo la delusione di myspace (account creato e cancellato quasi nello stesso momento perché non si capiva una mazza) e l'avversione per facebook (mai e poi mai proverò ad iscrivermi) mi ero promesso di star buono sospendendo la 'sperimentazione' di piattaforme.

così non è stato. ho creto il mio account, ho caricato le prime foto ed ecco che è scattato l'innamoramento. perché se youtube è il massimo per quel che riguarda il broadcasting video, flickr è cioò che si può definire il suo pari per quel che riguarda le foto.

oddio, le community mi fanno sempre un po' paura. anche quando si tratta della sola condivisone d'immagini. però il serviozio è buono, tant'è che ho attivato quasi immediatamente un account pro. i vantaggi? pochi ma decisivi: statistiche, opzione 'raccolte' (anziché i semplici 'set') e soprattutto un limite infinito di mega in upload. cosa che non sfrutterò mai, ma insomma...

inoltre ho subito verificato un fenomeno preoccupante: ciò che mi spaventa di facebook è che la gente deve necessariamente fare i cazzi tuoi (e ovviamente la cosa è reciproca e quasi vincolante); mentre con flickr, così come con altre piattaforme, si è liberi di mettere in piazza i propri affari o quelli degli altri. io punto per la seconda soluzione, anche se, dopo una prima sommaria carrellata, ho coperto che sono in molti a manifestarsi nel 'privato' alimentando lo spirito voyeristico dei navigatori.

insomma, il mio canale è questo qua. se volete darci un'occhiata, beh, è tutto gratis.
non ci sono - né ci saranno mai - le foto più personali. ma quelle 'professionali' sì. e anche qualche disegno raccolto nel corso del tempo. proprio come quello in apertura del post, firmato da r. kikuo johnson.

LEGGI L'ARTICOLO COMPLETO >>>

sabato 15 novembre 2008

"cosplayer screenshot" in mostra al muf per il lucca digital photo fest 2008

la mostra è stata inaugurata stamani.
e montarla, vista la quantità di problemi sorti all'ultimo momento e la difficile relazione tra i partner (ognuno preso dalle proprie faccende), non è stato un compito facile.
nonostante questo ce l'abbiamo fatta. e così, da oggi all'otto dicembre duemilaotto, al museo del fumetto sarà possibile visitare "cosplayer screenshot - carlo cianti & laura casotti, portraits for loschermo.it", special event del lucca digital photo fest di quest'anno (evento, questo, che dopo i comics, secondo il collega di exibart matteo innocenti, può "consolidare la città nel ruolo di capitale italiana della fotografia").
ah, dimenticavo: la mostra è a ingresso gratuito; ed ecco su flickr alcune immagini in anteprima...

"COSPLAYER SCREENSHOT"
Carlo Cianti & Laura Casotti, portraits for LoSchermo.it

Location
Museo del Fumetto e dell'immagine di Lucca
15 novembre - 8 dicembre
Piazza San Romano 4 - Lucca
Orario mar / dom 10 - 19

Il desiderio di fuga e il bisogno di trasformarsi, traslando la personalità soggettiva nell'identificazione di un eroe (o anti-eroe), rappresentano la genesi di un fenomeno internazionale dal forte sapore orientale. I cosplayer sono da anni la fibra viva dei festival dedicati a comics, games, cartoon e anime; fonti di ispirazione che incarnano l'essenza di una generazione energica e intelligente. I cosplayer sono dunque l'elemento aggiunto - e essenziale - che contribuisce al completamento degli spazi fisici e immaginari. Sono il calore e il colore di ogni evento, pubblico o privato. I ritrattisti, forti dell'esperienza del fotoreportage giornalistico, sono in questo caso osservatori attenti che catturano, tra la moltitudine di soggetti in maschera, l'espressione e la postura tipica, tradizionale, quasi teatrale, ispirata al personaggio incarnato. Un premio all'interpretazione, dunque. Che in mostra si confronta e scontra, in parallelo, con la fisicità senz'anima dei manichini vestiti con costumi accuratamente selezionati. I soggetti ritratti, sotto quelle maschere, sono l'altra parte di sé. Perché nella scelta del soggetto da interpretare c'è qualcosa in più della semplice casualità o passione. L'obiettivo dà forma e corpo all'immagine e ai personaggi, e la fotografia viene qui usata per presentare un mondo apparente, onirico e psicanalitico. Che sia un forte guerriero spartano, un orco, Lupin III o Spiderman. Che siano Eva Kant e Diabolik o la dolce Sailor Moon. Esiste in tutti i cosplayer il bisogno di identificarsi con un personaggio di finzione, a volte eroico e altre volte buffo o ridicolo. Comunque colorato, spesso divertente. Ed è tutto qui, in una sorta di diaro pubblico che testimonia e documenta l'anima più vivace dei festival.
Ingresso gratuito


"COSPLAYER SCREENSHOT"
Carlo Cianti & Laura Casotti, portraits for LoSchermo.it

The desire to escape and the need to transform oneself, moving from the subjective personality in the identification of a hero (or anti-hero), representing the genesis of an international phenomenon to the strength of an oriental flavour. For years now, the cosplayers are the lively fibre of the festival dedicated to comics, games, cartoons and animated spirits; fountains of inspiriations which incarnate the essence of an energetic generation. The cosplayers are therefore an added element - and essential - who contribute and compliment the physical spaces and imaginary world. They are the warmth and colour of every event, both public and private. With their strength and experience as photo reporter photographers, the portrait photographers are in this case the attentive observers who capture the multitude of masked subjects, the expressions and the typical poses, traditional, almost theatrical, inspired by the incarnate character. A prize however in interpretation. Which in exhibiting their work, the photographers both confront and conflict, parallel with the physicality of the lifeless mannequins dressed up in costumes carefully selected. The subjects photographed, are those masked, the other part of oneself. There is something more than casual simplicity or passion, in the choice of the subject to be interpreted. The lens gives the photograph its form and the body its image and character, and so the photograph here becomes a vehicle for presenting an apparent world, dream-like and psychoanalytic. Whether a Spartan warrior, an Orcus, Lupin III or Spiderman. Whether Eva Kant and Diabolik or the sweet Sailor Moon. The need to be identified with the make-believe character exists in all Cosplayers, at times heroic or funny or absurd. Coloured however, often delightful. It’s all here, in a type of public diary which witnesses and documents the most animated spirit of the festival.
Free entrance

a cura di: Gianluca Testa, Teresa Ricci, Stefano Giuntini, associazione culturale Flash Gordon
in collaborazione con: LUCCAdigitalPHOTOfest, la redazione de LoSchermo.it, associazione Flash Gordon, Museo del fumetto e dell'immagine di Lucca, Lucca Comics & Games Srl

LEGGI L'ARTICOLO COMPLETO >>>

martedì 4 novembre 2008

bruno bozzetto, ivo milazzo, mario monicelli e gipi. ecco un po' di video da lucca comics & games 2008

bruno bozzetto
-
foto di carlo cianti -

oddiomio, ora son tutti a far bilanci. un po' per necessità - e un po' per scelta - rimando questi saldi contabili (e culturali) a fra qualche giorno. anche lucca comics & games 2008, quindi, si è parzialmente esaurita nella "quattro-giorni" tanto attesa.

john romita jr
-
foto di carlo cianti -
devo dire, però, che il salone di lucca è molto. molto amato, molto odiato, molto partecipato, molto criticato. c'è chi si schiera - contro o a favore - e c'è chi boicotta. c'è chi non manca un appuntamento e c'è chi prenota l'albergo dieci mesi prima. ci sono i fumetti, ma anche i games. ci sono i collezionisti, ma anche i cosplayer. e non è detto che questi vadano sempre d'accordo. anzi.


alla fine, in barba ai lucchesi che storgono sempre il naso, lucca comics & games è una festa collettiva organizzata da una società a responsabilità limitata. quindi è normale che l'aspetto economico, per gli organizzatori, sia rilevante ai fini del successo. scendendo un po' più in basso, però, si scopre che la risposta alla crisi economica sta nella fantasia e nella creatività del pubblico.

lucca, alla fine, non è una piazza per soli professionisti di settore (però, guarda caso, la maggior parte delle case editrici e di produzione sceglie di presentare qua i nuovi prodotti). lucca è un carnevale che arriva in anticipo, è l'evento clou di una città stanca, è immaginazione.

i più curiosi sappiano che, se vogliono organizzarsi per tempo, le date di lucca comics & games 2009 dovrebbero essere queste: dal 29 ottobre al primo novembre.

e ora un po' di video. la performance musical-teatrale-fumettistica di gipi che mette in scena "la mia vita disegnata male" (riprese di carlo cianti), l'intervista a mario monicelli (realizzata da stefano giuntini, direttore de loschermo.it, e ancora carlo cianti), e le interviste a bruno bozzetto (che racconta anche della sua nuova avventura animata in disney) e ivo milazzo (sulla revisione della legge sul diritto d'autore), che invece sono opera mia.

MARIO MONICELLI a lucca comics & games 2008



BRUNO BOZZETTO a lucca comics & games 2008



IVO MILAZZO a lucca comics & games 2008



GIPI a lucca comics & games 2008


LEGGI L'ARTICOLO COMPLETO >>>

mercoledì 29 ottobre 2008

comics talks 2008 & bruno bozzetto

i comics talks di matteo stefanelli e paolo interdonato hanno sempre attirato il mio interesse. questo è il loro terzo anno a lucca comics & games. e delle due edizioni precedenti, lo ammetto, non ho perso un appuntamento. anche quando in sala eravamo in pochi, e quando gli ospiti non erano nomi da cartellone.

in questa terza edizione sono stato invitato da matteo a partecipare al primo degli incontri in programma. ed è per me un vero piacere. anche se in sala, complice il tempo e il giovedì inaugurale, saremo in pochi.

ecco qua il programma dettagliato.

COMICS TALKS III: SESSIONE 1
INFORMARE E RACCONTARE: NUOVA STAMPA, NUOVO FUMETTO?
L’informazione, la stampa periodica e il nuovo giornalismo: il fumetto come notizia.
Giovedì 30 Ottobre > Palazzo Ducale, h. 17.30
Con gli anni Duemila il fumetto sta acquistando nuova visibilità nella stampa italiana e internazionale. Più che i quotidiani o la stampa specializzata, a giocare un ruolo decisivo sono settimanali e mensili – vecchi e nuovi – che moltiplicano rubriche e interventi sui comics. Una nuova generazione di professionisti della stampa periodica incontra il volto in trasformazione del fumetto contemporaneo.
Francesco Boille (Internazionale e Lo Straniero)
Stefano Feltri (Il Riformista e Specchio)
Andrea Fornasiero (FilmTV)
Matteo Stefanelli (Rolling Stone Magazine)
Gianluca Testa (Exibart)
David Vecchiato (XL – Repubblica)

COMICS TALKS III: SESSIONE 2
IL VECCHIO E IL BAMBINO.
La rappresentazione delle età liminari nel fumetto contemporaneo.
Venerdì 31 Ottobre > Camera di Commercio: Corte Campana, h. 17.30
Raccontare le età limite - l'inizio e la fine: l'infanzia e la vecchiaia - è spesso una sfida narrativa. Il fumetto contemporaneo, seguendo la trasformazione dei contenuti che lo ha allontanato dai "magnifici eroi" (eterni trentenni) del XX secolo, prova a mettere in scena condizioni diverse dell'esistenza e del corso di vita delle persone. Autori di diversa estrazione creativa e provenienza discutono opportunità e rischi nel raccontare le età difficili e spesso invisibili degli anziani e dei bambini.
Francesca Ghermandi (autrice Pasticca, Hiawata Pete)
Kazu Kibuishi (autore Daisy Kutter, Amulet)
Pascal Rabaté (autore Piccoli fiumi)
Paco Roca (autore Rughe)
Vanna Vinci (autore La bambina Filosofica)

COMICS TALKS III: SESSIONE 3
6 BUONE RAGIONI PER FARE FUMETTI.
Motivazioni, strategie e obiettivi nell’esperienza di 6 autori.
Sabato 1 Novembre > Palazzo Ducale, h. 18.00
Le ragioni di fondo – culturali, sociali, espressive ed economiche – del fare fumetto oggi. Una riflessione pubblica sull’identità contemporanea del fumetto, attraverso le motivazioni strategiche di alcuni tra gli autori di primo piano in Italia, Francia e Stati Uniti. Moderatori: Matteo Stefanelli e Paolo Interdonato
Paolo Bacilieri (autore ZenoPorno, Jan Dix)
Alfredo Castelli (autore Martin Mystère)
Angel de la Calle (autore Modotti)
Filippo Scòzzari (autore Memorie dell’arte bimba)
Jean Van Hamme (autore Largo Winch, XIII)
Francois Boucq (autore Bouncer, Bocca di Diavolo)

e infine un'ultima segnalazione, sempre da lucca comics & games: "psicosa? psicome? psichi?". cioè una campagna d'informazione a tutela dei minori da veicolare tramite il lavoro di animatori, disegnatori e scrittori piuttosto noti. tra questi c'è anche bruno bozzetto. che oltre ad aver contribuito alla composizione del volume che sarà presentato in fiera, sabato 31 ottobre, ha realizzato anche un corto con la tecnologia flash. questo. un elogio della differenza...


LEGGI L'ARTICOLO COMPLETO >>>

venerdì 24 ottobre 2008

picasso, piero della francesca, crepax e gli scatti rubati

non sono né sarò mai un fotografo.
io, come tanti altri, spesso scatto per fermare in un'immagine ciò che ho di fronte. perché sia un ricordo, una documentazione tangibile (o digitale) di un evento o di un'esperienza, un pezzo di storia a colori fissata in precisi contorni.

detto questo, continuo a stupirmi del fatto che spesso, in italia, l'arte - qualunque tipo di arte - venga esposta sottovuoto. irraggiungibile, intoccabile, inavvicinabile. quando a far da guardia alle opere non ci sono sirene e mitragliette, ecco la teca di vetro (spesso accompagnata da una scarsa illuminazione; giusto per scoraggiare chi, distratto dagli ordini, la foto vorrebbe farla davvero).

al moma di new york, così come in altre strutture museali della grande mela, sembra sia vietato il contrario. "guai a non avvicinarsi!". ed è ovvio che nessuno di quelli che hanno un po' di sale in zucca penserà di approfittare della circostanza per sfregiare, grattare o incidere una tela. se sia solo una questione di rispetto e attengiamento civico, bè, davvero non lo so.
però eccomi qui, di fronte a les demoiselles d'avignon di picasso, quasi in preghiera. giusto per scattare la foto che vedete qua sotto. perché qui si può.



un viaggio di lavoro finito male a senigallia si è invece trasformato in una visita nei luoghi di piero della francesca: da sansepolcro a monterchi, dove la madonna del parto (scelta orripilante quella di togliere l'affresco dalla cappella di santa maria di momentana per trasferirlo in un'asettica ex scuola) è barricata dietro un lastrone di vetro in una sala semibuia. tant'è che, assecondando la prima impressione, si ha la sensazione di essere di fronte all'ennesima copia. qui è vietato scattere fotografie.


"fortunatamente ci sono i fumetti", penso io. almeno quelli potrò fotografarli. o no? no. la mostra che la bovisa di milano dedica a guido crepax (esposizione straordinaria di cui parlerò sicuramente più avanti) vieta di ritrarre opere, allestimento, oggetti. è quindi un dovere mostrare gli scatti rubati, fatti prima che mi dicessero: "signore, qui niente foto, eh...". ok, d'accordo. qui è vietato fotografare.






LEGGI L'ARTICOLO COMPLETO >>>

mercoledì 22 ottobre 2008

giuseppe palumbo disegna artemisia



è cordiale, giuseppe palumbo.
nel mondo del fumetto ci sono star e rockstar, divi e ribelli. lui, nonostante la sua storia spazi da ramarro a diabolik, sembra adattarsi bene al mondo degli uomini. è autore preparato, abile, colto. e ho motivi per ritenere che sia pure una brava persona.
ecco quindi una piccola testimonianza di quello che è un progetto di ampio respiro. in questo video palumbo presenta, in breve, la genesi di eternartemisia. il libro a fumetti, edito da comma 22, uscirà domani (non in edicola, ma nelle fumetterie e in libreria). seguiranno poi le mostre a palazzo strozzi e al museo del fumetto di lucca, dove questo video è stato racccolto. della rivisitazione del mito di artemisia ne ho parlato anche su loschermo.it e su exibart, con un'intervista all'autore.
a seguire, invece, alcune immagini della conferenza stampa...

da sinistra: giuseppe palumbo, angelo nencetti, donatella
buonriposi e francesco palmieri

diabolik e giuseppe palumbo

presentazione di "eternartemisia"
al museo del fumetto di lucca


giuseppe palumbo
(anche lui utilizza il
supermac)

angelo nencetti, donatella buonriposi
e francesco palmieri di fronte alla cover di "eternartemisia"

LEGGI L'ARTICOLO COMPLETO >>>

domenica 19 ottobre 2008

lucca comics & games 2008: al via le mostre di andrea bruno, silvia ziche, john romita jr e molti altri...

all'inaugurazione: il sindaco di lucca mauro favilla, il prefetto carmelo aronica, il direttore lc&g renato genovese, il presidente della provincia stefano baccelli e il presidente di lc&g francesco caredio


all'inaugurazione, di fronte alle tavole di andrea bruno: stefano baccelli, mauro favilla e il senatore (ex sottosegretarrio alla cultura) andrea marcucci

pannello illustrato con lucrezia, di silvia ziche

silvia ziche

la sala dedicata allo spiderman di john romita jr.

illustrazione su pannello di john romita jr.

sala interattiva di "arte e fumetto"

la sala "arte e fumetto", con disegni di riccardo pieruccini



LEGGI L'ARTICOLO COMPLETO >>>

sabato 11 ottobre 2008

volontariato, giovani e piantine di anthurium per la donazione. tutto in un week-end


se per caso vi capitasse d'affrontare un fine settimana libero da impegni (questo) e altrettanto casualmente vi trovaste a grosseto o in una delle oltre mille piazza d'italia con stand dell'aido, vi suggerisco di fare una sosta.

gli appunti in programma che vi segnalo? eccoli qua.

  • CANTIERI DI SOLIDARIETA'
    incontro regionale sul progetto scuola e volontariato in toscana
    grosseto, 11 ottobre 2008
    fattoria "la Principina"
    località "principina terra" (dalle ore 10)
    info su www.centrovolontariato.net
  • GIORNATA NAZIONALE AIDO
    giornata nazionale di informazione e autofinanziamento dell'associazione italiana per la donazione di organi, tessuti e cellule
    in 1.024 piazze d'italia
    info su www.aido.it

LEGGI L'ARTICOLO COMPLETO >>>

venerdì 10 ottobre 2008

ancora figurine con i superheroes

che belle, le figurine...

riprende dopo una puasa esitiva -poco voluta- la pubblicazione delle figurine dei superheroes.

la seconda raccolta è quasi giunta a fine. ma non c'è niente da temere. perché il terzo capitolo sta per cominciare. e sarà tutto dedicato ai perfidi supervillains.

l'idea, l'ho già detto e lo ripeto, nasce dalla creatività no profit di davide calì, da circa quattordici anni disegnatore per linus e scrittore di ottimi libri per bambini.

ed essendo un costante collaboratore di exibart (quindi, fra le altre professioni, occorre aggiungere quella di giornalista) è stato possibile stringere con lui una relazione amichevole che, seppur a distanza, ha portato la mostra virtuale delle figurine, diffusa prima solo per e-mail, a una diffusione pubblica attraverso il blog infumo.blog.exibart.com.

tra gli autori che hanno collaborato (gratuitamente) finora, oltre all'enorme bruno bozzetto che vedete nel supervip qua sopra, ci sono, fra gli altri, danilo maramotti, lele corvi, ronnie del carmen, gianluca maconi, giorgio sommacal, davide pascutti, marko turunen e molti, molti altri.

la mostra, che è stata vista finora da 24.555 utenti, è visitabile sul blog infumo.blog.exibart.com.

LEGGI L'ARTICOLO COMPLETO >>>