venerdì 15 maggio 2009

ristorante 'le cave' di san vincenzo, ecco perché non andrò più...

il cibo è un piacere. non solo per il gusto, ma anche per l'appagamento di tutti gli altri sensi. ecco perché quando si sceglie di consumare il pasto in un ristorante o una taverna, è sempre bene essere consapevoli della scelta che andremo a fare.

ora vi segnalo un posto dove non andrò più. condivido quest'esperienza per accrescere la responsabilità di altri che, trovandosi nei pareggi di san vincenzo, in provincia di livorno, potrebbero dire "bè, perché no, andiamo a mangiare a 'le cave' in piazza solvay...".

ora vi spiego 'perché no'.

a conclusione di una bella giornata in spiaggia, a baratti, decidiamo di prenotare al ristorante poco lontano ('le cave', appunto) di cui certi amici ci avevano parlato bene. seppur con qualche riserva. prenotiamo e già ci sentiamo rispondere "sì, però venite prima delle otto. dopo abbiamo la sala piena e passerà del tempo prima che possiate essere serviti". il gioco vale la candela? chissà. noi comunque rischiamo.

arriviamo puntuali, ci sediamo, apprezziamo la rusticità del luogo, ordiniamo e cominciamo a mangiare. il cibo è buono. e già ci immaginiamo di consigliarlo a tizio e caio, ché cucine come queste sono la loro passione.

ma accade che il secondo piatto ordinato dal bambino (gamberoni alla griglia) non arrivi mai. le porzioni sono abbondanti, e lui, il piccolo, si rifà assaggiando questo e quello. abbiamo già consumato i nostri ordini quando la cameriera si avvicina. le diciamo che i gamberoni non sono arrivati. e che quindi è troppo tardi. "stanno uscendo", ci risponde. sottointende 'dalla cucina'. evvabbè. se 'stanno uscendo' li aspetteremo. ma dopo altri cinque, sei, dieci minuti, ancora nulla. raggiungo la cucina per dire che no, non servono più. ormai stiamo per andarcene. e i bambini sono stanchi. "i gamberoni stanno uscendo", ripete come una filastrocca la signora. "non stanno uscendo", rispondo io. "stanno cuocendo. ma ormai è tardi. grazie lo stesso".

sia chiaro. quei gamberoni li avremmo pagati ugualmente. mai abbiamo detto o pensato il contrario. torno al tavolo, e una seconda cameria, pochi istanti dopo, ci porta il tanto atteso piatto di gamberoni. "abbiamo detto di no, grazie" facciamo noi. "prendeteli, ne mangiate uno per uno" dice lei. "no, grazie".

la ragazza si allontana. ma dalla cucina, poco dopo, ci raggiunge la signora che si era fatta carico dell'ordine. ha in mano una vaschetta di alluminio. "dice lo chef che questi ve li potete portare a casa". e zac!, ce li piazza nel bel mezzo del tavolo.

"can I have the bill, please?". chiediamo il conto. e la propietaria (almeno immaginiamo che lo sia) lo consegna alla bambina più piccola del tavolo, che a cinque anni era tutta intenta a disegnare sul suo quadernone.

ecco perché a 'le cave', io, non andrò più.
vabbè, si mangia bene. ma un po' di attenzione per il cliente, a volte, non guasta.

14 commenti:

  1. Aggiungo la nostra esperienza a questo ristorante, 2 giugno 2011.
    Anche io devo dire che abbiamo mangiato davvero bene, una spigola alla griglia eccellente, ottimi antipasti ecc.

    Ma la cameriera (titolare?) "tatuata" è una specie di Sergente stizzoso da dimenticare... :D
    Da dire che il ristorante NON era pieno, in tutto c'erano circa 25 persone.

    Noi eravamo in 9 adulti (di cui tre donne incinte) e 3 bambini.
    La pasta la pomodoro per la bimba è arrivata dopo tutti i nostri secondi, quando ormai era inutile (anche noi l'avevamo fatto presente ma non c'è stato nulla da fare).
    Ovviamente la bambina aveva già mangiato e la pasta è rimasta lì.

    Ma il "bello" è stata l'avventura delle verdure grigliate:
    Per via delle restrizioni in gravidanza (toxoplasmosi) avevamo chiesto di evitare verdure fresche sui piatti per le future mamme, tipo le insalate di guarnizione alla spigola ecc.
    La cosa ha infastidito il "sergente"...

    Poi abbiamo chiesto 1 porzione di verdure grigliate senza prezzemolo... Di nuovo infastidita

    Poi una porzione solo zucchine grigliate. E lì è scoppiata.
    Eh no, non si può! "Si scombinano le porzioni, o la prendi normale e scansi i peperoni e le melanzane o nulla".
    Lì per lì abbiamo detto nulla.
    Poi un paio di minuti dopo ho provatoa chiedere 2 porzioni di verdure con l'idea di dividere le zucchine e il resto lo mangiavamo noi maschiacci.

    A quel punto il Sergente ha detto "No, mi dispiace, le verdure grigliate sono finite. Non ne ho più..."

    Ci siamo sentiti LEGGERMENTE presi ingiro, forse anche perché nel corso della serata sono state ordinate E RICEVUTE dai tavoli vicini a noi 3 porzioni di verdure grigliate...

    Abbiamo preferito evitare litigi, dicendo solo al Sergente "Si si tranquilla ci crediamo che le avete finite, abbiamo visto che dopo le avete portate a 2 tavoli ma ci crediamo, non ti preoccupare..."

    Io onestamente non escludo di tornarci, però un po' più di cortesia di sicuro sarebbe gradita...

    RispondiElimina
  2. io non andro piu perche alle ora 21.00 di domenica della stagione estiva mi sono sentito dire con tono stizzoso(dalla solita proprietaria: ragazzi ma sono le nove di domenica troppo tardi....mah

    RispondiElimina
  3. 16 OTTOBRE 2011

    AL PUBBLICO BISOGNA SAPERCI STARE...

    CONDIVIDO IN TOTO, TUTTO!

    PERSONALMENTE TENEVO MOLTO A QUESTO PRANZO, CON I MIEI GENITORI, MIA MOGLIE E LA MIA BAMBINA DI 5 MESI.

    PERCHE'?

    PERCHE' MIO PADRE E' NATO A SAN CARLO IL 17 GIUGNO 1948, I SUOI GENITORI ( MIEI NONNI ) HANNO GESTITO QUELL'UNICO CIRCOLO DEL PAESE PER 5 ANNI, NEGLI ANNI 50, CI SONO ANCORA FOTO CON PARENTI E AMICI IN BIANCO E NERO SULLE PARETI...

    A SAN CARLO ERAVAMO GIA' TORNATI, IN FONDO MIO PADRE DAL 1961 ABITA NON MOLTO DISTANTE, A ROSIGNANO SOLVAY PERCHE' A QUEL TEMPO SI SEGUIVA LA MAMMA FABBRICA SOLVAY OVUNQUE...A PROPOSITO, SE NE PUO' PARLAR MALE DELLA FABBRICA MA IL PAESE A QUEI TEMPI ERA VIVO, CURATO IN OGNI DETTAGLIO, GIARDINIERI E SERVIZI DI PRIM'ORDINE NE FACEVANO UN FIORE ALL'OCCJIELLO, ORA PURTROPPO E' INVECE UN PAESE TRASANDATO, LA SOLVAY NON GESTISCE OVVIAMENTE PIU' I SERVIZI PUBBLICI E SOCIALI, IN PIU' ORA C'E'LA PERLA DI QUESTO RISTORANTE...

    LA TITOLARE E' VERAMENTE MALEDUCATA, GIA' AL TELEFONO PRENOTANDO VENERDI' PER LA DOMENICA TI FA' CAPIRE CHE SEI UN PESO, LORO SONO SEMPRE PIENI, BEATI LORO...

    ARRIVO CON MOLTO ENUSIASMO ALLE 13.25, AVENDO PERALTRO AVVERTITO, LA BAMBINA SI ERA APPENA ADDORMENTATA IN VIAGGIO E IN MATTINATA ERA STATA UN PO' INQUIETA.

    ENTRIAMO E NESSUNO CI CONSIDERA, MI AVVICINO ALLA TITOLARE, MI RISPONDE IL TAVOLO E' LA' IN MEZZO ALLA SALA, NEL BEL MEZZO DEL FRASTUONO DOMENICALE...

    AL CHE CHIEDO SE VISTO L'ALTRA SALETTA CON SOLI 2 TAVOLI E ALTRI TAVOLI VUOTI, VISTO CHE LA BAMBINA FINALMENTE SI ERA ADDORMENTATA, POTEVAMO STARE NELL'ALTRA SALA.

    RISPOSTA, NO, SI GIRA E SE NE VA.

    LA SEGUO, CHIEDO MA PROPRIO NON E' POSSIBILE?

    RISPOSTA, GLIEL'HO GIA' DETTO, NO E POI QUEI 2 TAVOLI SONO PRENOTATI.

    MA SE NON ERONO NEPPURE APPARECCHIATI...INFATTI NESSUNO E' MAI VENUTO A QUEI TAVOLI, OVVIAMENTE LA BAMBINA SI E' SVEGLIATA, IL PRANZO AMARCORD E IL NOSTRO ENTUSIASMO SI SONO SCEMATI PERCHE' CI SIAMO SENTITI OFFESI E PRESI IN GIRO.

    TRA L'ALTRO ERAVAMO VENUTI PER MANGIARE CACCIAGIONE, IN PIENO OTTOBRE, CI HA DETTO AVERE SOLO UN PO' DI CINGHIALE E IL PICCIONE...

    IL MANGIARE E' CASERECCIO, LA SPESA CONTENUTA MA LA MALEDUCAZIONE E IL SENSO DI FASTIDIO CHE TI TRASMETTE LA TITOLARE FANNO SI' CHE TUTTO PASSI IN SECONDO PIANO.

    CHE PECCATO,IL POSTO E' ORIGINALE PERCHE' COMUNQUE HA DIETRO UNA STORIA PAESANA MA QUELLE PERSONE L'I' NON DOVREBBERO STARCI O QUANTOMENO STARCI MA LONTANE DAL PUBBLICO.

    CON ME HANNO CHIUSO.

    MIRIANO

    RispondiElimina
  4. Io sinceramente mi sono sempre trovata STRABENE ogni volta che ci sono andata. Ho sempre dovuto fare i salti mortali per riuscire a trovare un tavolo da prenotare. Aspetto in gloria ogni volta per ordinare le divine penne al ragù di mare. La frittura di mare è deliziosa e anche gli antipasti sono eccellenti (soprattuto i crostini toscani). Le porzioni son veramente da far girare la testa da quanto son grandi! E il rapporto qualità prezzo è ottimo. Credo sia un ristorante molto alla "buona" quindi non pretenzioso. Se uno pretende il servizio impeccabile va in ristoranti dove si spende 50€ a testa. La proprietaria con noi è sempre stata gentilissima e confeziona dessert (soprattutto il semifreddo arancia e cioccolato) da leccarsi i baffi!
    ANDATECI! Lo consiglio ASSOLUTAMENTE. Ormai sono più di 10 anni che frequento quel locale :)

    RispondiElimina
  5. Effettivamente la proprietaria è un po' burbera...ma siamo quasi in maremma ;) E' una trattoria un po' alla mano, e poi c'è anche scritto, in uno dei tanti soprammobili appesi: Se il cameriere vi sembra scortese, allora non avete conosciuto il proprietario!
    Se ci andate per mangiare bene, non resterete delusi. La cucina è ottima sia che preferiate carne, pesce o verdure...io lo consiglio.

    RispondiElimina
  6. ma questi figlioli li lasciate a casa.....che palle che fate

    RispondiElimina
  7. Confermo completamente le recensioni che spiegano perchè non andranno più in questo posto.
    Sono stata a luglio con alcuni amici;le portate
    dopo più di un'ora di attesa non arrivavano.
    A questo punto avendo fatto presente la cosa alla "Signora" (forse la titolare) che sembrava gestire il locale questa si mette a gridare.
    A differenza di quanto successo nel resoconto che ho appena letto, mi sono limitato a dire che non avrei ne mangiato ne pagato i piatti che a quel punto non mi andava più di mangiare.
    La "Signora" si è messa a gridare e a minacciare di chiamare i Carabinieri. Le ho risposto che facesse pure e la cosa è finita li.
    P.S. Un'annotazione; leggendo un commento a difesa dei modi "bruschi" della "Signora" mi sembra che si confonda la simpatia e la franchezza che è propria dei toscani con quella che è franca maleducazione e forse ignoranza che con i toscani non ha niente a che fare.
    Daniela

    RispondiElimina
  8. Chiara da pistoia28 novembre 2012 22:50

    Il posto e' il mio preferito in assoluto.
    Adoro come si mangia e soprattutto adoro la proprietaria e faccio volentieri 150 km ad andare e 150 km per tornare, visto che abito a Pistoia!
    E come li faccio io, posso giurare che li fanno altre 5 coppie nostri amici di Firenze!
    Andateci e mangerete strabene, ve lo assicuro!
    E la Moira vi farà fare due risate....e' proprio solare!

    RispondiElimina
  9. andrò stasera... fatemi gli auguri e vi farò sapere....

    RispondiElimina
  10. Condivido assolutamente i commenti negativi. La "proprietaria "è di una maleducazione grossolana e galattica !!! Non capisco come al giorno d' oggi ,sia possibile gestire una stamberga come quella con quei modi .DA. EVITARE ASSOLUTAMENTE !!!!

    RispondiElimina
  11. Anche noi pensiamo la stessa cosa !!!! Mangiare mediocre e , una antipatia e maleducazione da record.

    RispondiElimina
  12. Appena passati da questo " famoso " ristorante .........
    PESSIMOOOOOO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 04 settembre 2015 pranzo buono ed abbondante rovinato dalla pessima accoglienza da parte della titolare.
      Rolando pensaci tu.

      Elimina
  13. Io il ristorante che ho amato di più era quello di un paesino, tra l'Amiata e il lago di Bolsena, in cui quando entravi ti sentivi dire dalla proprietaria alta e magra, con un viso ossuto da sergente:"Che voi?". E io allora:"Che vuole che voglia signora. Voglio mangiare", e lei:" Mettiti a sede!".

    RispondiElimina