lunedì 8 giugno 2009

|film| giù al nord (dany boon, 2008, francia)



francia. un funzionario delle poste, per compiacere la moglie depressa, cerca a tutti i costi di farsi trasferire sulla costa azzurra. finirà invece nel 'profondo' nord, a pas de calais.

è una commedia francofona dove però si parla, anziché il francese, un dialetto distorto. per quello che il doppiaggio ci offre potremmo definirlo un vernacolo. la lingua e l'appartenenza territoriale è così utilizzata per manifestare differenze. si sfatano luoghi comuni e si utilizzano dinamiche familiari per realizzare -e raccontare- verosimili paradossi.

si tratta di un film divertente nel quale dany boon -regista e ottimo interprete- per far sorridere costruisce anziché distruggere. un gusto raffinato che la commedia all'italiana ha perso col tempo. nonostante questo si poteva fare di più.

record d'incassi in francia, il film ha come titolo originale bienvenue chez les ch'tis. in italiano si è scelto giù al nord, che richiama l'omonima commedia di antonio albanese. senz'altro efficace, ma si poteva fare di meglio evitando la ripetizione.

voto: 6.5

Nessun commento:

Posta un commento